recensioni


COLOSSEUM


Breve e priva di riconoscimenti, la carriera dei Colosseum, una band contesa fra il jazz, il blues e il rock, raggiungerà il suo culmine con Valentyne Suite, del 1969.


Album negletto, in perenne incertezza sul su reale genus, ma che di fatto anticipa, per il barocchismi dei suoi arrangiamenti e per la molteplicità delle strumentazioni il rock-progressive.


Nella musica dei Colosseum, infatti, manca senza dubbio l’unione fra il significante e il significato, o meglio questa passa in subordine rispetto ad una forma musicale da parata, nella quale qualsiasi lacerazione o conflitto interiore viene bandita.


Brilla in special modo il pezzo d’apertura, ma nessun brano appare inferiore agli altri, come, del resto, nessuno si “espone” più degli altri.


DISCOGRAFIA


Valentyne Suite (1969) ***